Akugreen | barriere antirumore vegetali

Descrizione

Akugreen sono barriere antirumore ad elevato potere fonoassorbente e fonoisolante costituito da due reti metalliche a grande maglia al cui interno e’ alloggiato un materassino di lana minerale. Il pannello e’ assorbente da entrambi i lati ed e’ studiato in modo tale che su entrambi i lati sia possibile l’attacco di un rampicante (edera o similare) o la posa di edera in pvc che scherma completamente la barriera alla vista.

Descrizione:
Akugreen abbina la resa acustica con la compatibilità ambientale. Akugreen garantisce un miglioramento qualitativo dell’ambiente.

Utilizzo:
Da installarsi lungo strade o in prossimità di sorgenti di rumore fisse.

 

Modello   Caratteristiche   Scheda tecnica
AKUGREEN   Barriera vegetale   Download AKUGREEN

 

 

ALCUNE IMMAGINI DI BARRIERE ACUSTICHE REALIZZATE CON AKUGREEN


Ti potrebbero interessare anche:

Barriera integrata sicurezza rumore, Akusit, Akuglas, Akubeton, Akudif, Akuwood, Akusolar, Akugreen, Akuclad

Focus sulle barriere fonoassorbenti e fonoisolanti

FOCUS SULLE BARRIERE FONOASSORBENTI E FONOISOLANTI

Le barriera fonoassorbenti e fonoisolanti di Stav Costruzioni Generali servono per abbattere drasticamente l’inquinamento acustico di traffico: costruiti in metallo, microforati nella parte anteriore e contenenti un materassino di materiale fonoassorbente conferiscono alla barriera la qualità di fonoisolamento.

Sitav progetta e costruisce barriere fonoassobenti e fonoisolanti considerando la carreggiata, o una linea ferroviaria, come fonte sonora. La fonte immette rumore presso il ricettore. Per ridurre l'immissione, le barriere sfruttano tre fenomeni acustici:

a) Diffrazione, solitamente il fenomeno più rilevante dal punto di vista progettuale: le onde sonore devono scavalcare la barriera, allungando il proprio percorso
b) Assorbimento: la barriera assorbe l'energia sonora incidente, piuttosto che rifletterla
c) Potere fonoisolante: la barriera attenua la propagazione diretta del suono attraverso di sé.

Submit to FacebookSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn